Web | paola iezzi | official website

Paola Iezzi Official YouTube

Seguimi su Twitter

Shop

Login

Archivi

Categorie

web

Ospite a Reputescion di Andrea Scanzi – La videointervista on-line

E’ stato davvero un grandissimo piacere essere ospite di Andrea Scanzi nella terza puntata della settima stagione di Reputescion. Online sul sito ufficiale di La3 la mia video intervista!

video.la3tv.it/reputescion-7-stagione/video/paola-iezzi-ospite-di-andrea-scanzi-a-reputescion

Abito Daniele Carlotta – Hair and Make-Up Barbara Ciccognani

Marocco – The Instagram Session by Paola lezzi and Paolo Santambrogio

Online su mytravelblog.it il nostro racconto fotografico dal Marocco.

Flamboyant Magazine – Long live the Queen! Paola Iezzi & The Flamboyants pay homage to Dame Vivienne Westwood!

VI DI VIVIENNE
Vi come Vitale, Vi come Vivido, Viscerale, Vibrante,Vittoriano, Virginale, Violato, Vi come Viola, Vi come Viva la Revoluciòn y Viva la Vida! Vi come Vituperio, Vi come Viva per sempre, come Vizio, Vi come Vivienne…
Sono una Regina, sono una Prostituta, una Maestrina, una Bambina Cattiva, una Donna Dominante, ma anche una Donna Dominata, Elisabetta Prima, Anticonformista, Elegante, Altera, Sposa Punk, Romantica. Perle, perle tutte intorno, seducono il mio collo, lo soffocano, scivolano , si insinuano tra i seni, lungo le braccia. Le perle… sventura e purezza… la sensualità della compostezza, del conformismo da oltraggiare. Sentimento popolare costretto nell’aristocrazia del faux-cul, della postura. Manifesto tra la folla. I fianchi tondi, la vita stretta, strizzata… sedotta… vinta ma pertinace… il corsetto…ferma il respiro…e… spalanca le labbra carminio di stupore sull’eternità della vita che pure morendo resta Viva… Resta. Vivienne…
Paola Iezzi

GUARDA TUTTE LE FOTO DEL SERVIZIO

VAI A FLAMBOYANT MAGAZINE E GUARDA L’IMPAGINATO

GloriaMaria Gallery opening

gloria
A Milano, in Via Watt al 32, nasce un nuovo spazio dedicato all’arte: GLORIAMARIA GALLERY, fondata da Gloria Maria Cappelletti.
Gloria, da sempre vicina al mondo dell’arte, dopo aver lavorato per molti anni nell’industria della moda e per diverso tempo come agente di fotografi, decide di dedicarsi completamente a questa sua nuova impresa.
La Galleria viene inaugurata Giovedì 3 dicembre con la mostra “THE PYRATE BAY” dell’artista greco Miltos Manetas, da anni amico di Gloria Cappelletti. La mostra è curata da Daniela Palazzoli.
Si tratta di alcuni quadri ad olio raffiguranti tutti lo stesso soggetto, ovvero un galeone pirata. All’interno del quadro Miltos Manetas ha inserito un hard disk con un uscita USB; chiunque portando il proprio laptop può connettersi e scaricare contenuti multimediali che appartengono all’artista e alla sua vita; come i suoi dischi preferiti, i film, le foto ed altro.
Il concetto alla base della mostra è il “Piracy Manifesto“, che tratta il tema di internet e della pirateria.
A proposito di internet vi linko anche un altro “Internet Manifesto“, scritto da alcuni blogger tedeschi che riguarda il ruolo del giornalismo sulla rete.
Il tema è molto interessante e sicuramente molto attuale. Merita attenzione ed approfondimento. Tutti noi dovremmo sempre più confrontarci con la rete e con il suo sistema. Nel mio settore in particolare, temi come quello del copyright, della condivisione della musica e dei videoclip, saranno cruciali per l’evoluzione e la sopravvivenza degli artisti e della musica.
E’ tutto e sarà tutto molto veloce, per questo credo sia molto importante restare aggiornati e pronti ai cambiamenti.

gloriagalleryIn alto a sinistra l’ingresso della galleria, a destra Gloria Cappelletti, Alice Gentilucci, io e Marcelo Burlon. Sotto le opere di Miltos Manetas esposte alla mostra.

SHOWstudio: Fashion Revolution – Exhibition at Somerset House, London

naomi
Presso la Somerset House (Strand, London WC2R 1LA) fino al 20 Dicembre 2009, in mostra SHOWstudio, il progetto web del fotografo e artista visivo Nick Knight.
SHOWstudio è un sito web creato nel Novembre 2000 da Nick Knight, “that has consistently pushed the boundaries of communicating fashion online”.
Nick Knight aggiunge “SHOWstudio is based on the belief that showing the entire creative process-from conception to completion-is beneficial for the artist, the audience and the art itself.”
Questo il tema della mostra: “our experience of fashion is changing. In these times of instant, digitally-fuelled information, the fashion image is no longer confined to the static world of the printed photograph. Today we are confronted with a dramatic new fashion universe, where photography, film, performance, music, art and technology combine to create an infinitely richer landscape”.
Grande spazio è dato alla video-arte come forma di comunicazione visiva moderna e di avanguardia. All’interno della mostra lavori di Alexander McQueen, John Galliano, Naomi Campbell, Gareth Pugh, Comme des Garçons, Kate Moss, Björk ed altri importantissimi artisti del mondo della comunicazione visiva. In alcuni giorni è possibile assistere a live-set fotografici di fotografi di moda tra i più importanti nel mondo.

Londra, Venerdì 16 Ottobre. Oggi  sono stata a vedere lo ShowSudio di Nick Knights sulla riva del Tamigi. Belle installazioni. Alcune cose sono davvero interessanti. La cosa che mi è piaciuta di più è stata  lo studio dove vengono spesso realizzati servizi fotografici dal vivo. Il pubblico della mostra può assistere da dietro alla vetrata dove fotografi come Nick Knights stesso scattano top model come naomi e mariacarla lavori veri e propi, come la cover di Vogue UK… peccato che oggi non fosse prevista alcuna “live session” … che jella!
Mi consolo, guardando le proiezioni delle precedenti. Alcune sono proprio belle. Resto ipnotizzata dalle immagini che hanno una dimensione vagamente voyeristica e anche un po’ fetish… in realtà un po’ più che vagamente e penso a cosa avrebbe combinato lì dentro uno come Newton…
Dopo aver visto una specie di corto  divertente , realizzato nel Backstage della sfilata “NO!” di Victor&Rolf, sono tentata di acquistare (nella parte merchandising) una fantastica carta da parati color carne con immaginette di atti osceni,  disegnati in rosso in stile ‘700, poi penso… ma che me ne faccio? però bella! “La lascio lì ed esco ritrovandomi davanti ad uno scatto triplo gigante di naomi che mi  saluta sparandomi con un silenzioso mitra al neon lampeggiante. Muoio un attimo e poi mi riprendo… fermo un taxi e ritorno verso il centro… a guardare lily donaldson così magra, mi è venuta una gran voglia di metter qualcosa sotto i denti!

Una riflessione: grazie a Nick Knights stasera ho scoperto che Kate Moss è riconoscibile anche soltanto dallo stampo del suo rossetto! Andate a vedere la mostra e capirete di che sto parlando 😉